Sintomi dell'autismo, il disturbo post-traumatico da stress e il dolore possono essere alleviati grazie all'ippoterapia

I benefici terapeutici dell'equitazione sono stati citati sin dai tempi antichi, quando nel V secolo a.C.; il medico greco Ippocrate, lo stesso del giuramento ippocratico, si è dedicato alla stesura di una tesi denominata "Esercizio naturale" in cui ha fatto riferimento al valore terapeutico dell'equitazione, assicura il medico specialista Pedro Luis Cobiella.

Recentemente, intorno ad esso sono stati avviati una serie di dibattiti, sebbene si possano trovare ampie prove empiriche che possono supportare l'uso dei cavalli per il trattamento di una varietà di condizioni, compreso l'autismo e la paralisi cerebrale, ma questo è un campo che manca di un canone di ricerca di alta qualità, secondo quanto sottolinea Michael Anestis, che è Professore Associato di Psicologia presso l'Università del Mississippi meridionale, lui stesso lo indica: “Non ci sono prove che la terapia con cavallo sia pericolosa o non funzioni, semplicemente non ci sono prove che lo faccia ", che è stato autore di uno studio condotto in 2014 sull'argomento.

Certificazione e accreditamento

L'Associazione Professionale Internazionale per l'Equitazione Terapeutica (SENTIERO, per il suo acronimo in inglese) è una delle due principali organizzazioni con sede negli Stati Uniti che è responsabile della certificazione dei centri in attività e terapie assistite dai cavalli. L'altra è la Equine Assisted Learning and Growth Association.. Da quando è stata fondata nel 1969, PATH International si è dedicata alla certificazione in giro 880 il membro si concentra in tutto il mondo in diversi tipi di attività assistite dai cavalli, è così che Kaye Marks lo sottolinea, che è il direttore del marketing e della comunicazione di PATH International. «" Attività e terapie assistite dai cavalli "è un termine generico, e tutti i diversi tipi [di attività] sono sotto il nostro ombrello », ha notato Marks.

Equitazione terapeutica vs. ippoterapia

Questa è una distinzione estremamente importante nel campo delle attività e delle terapie assistite dai cavalli., come equitazione terapeutica si riferisce a un'attività ricreativa in cui un istruttore di equitazione che non è un terapista è impegnato nell'insegnare a un individuo come controllare attivamente un cavallo mentre cavalca. È stato promosso che ha sostanziali benefici per la salute per le persone con autismo o veterani con disturbo da stress post-traumatico, secondo Carolyn Garver, chi è il direttore del Dallas Autism Treatment Center.

“I veterani se la cavano molto bene con le attività assistite da cavalli. Lo stesso vale per i giovani a rischio. Dà loro molta fiducia in se stessi, anche ai bambini autistici », Garver ha accennato.

Por su parte, la hipoterapia se trata de un tipo específico de intervención donde terapeutas físicos, recreativos, ocupacionales o patólogos del habla y del lenguaje emplean el movimiento del caballo a fin de mejorar la postura, el equilibrio, la coordinación, la fuerza y ​​los sistemas sensoriomotores. En esta actividad intervienen un conjunto más amplio de especialistas para ayudar a personas con trastornos del movimiento como la parálisis cerebral, señala Marks.