Terapia assistita da cavalli e suoi benefici

Terapia equina o anche conosciuta come terapia assistita da cavallo, È un'attività che è stata utilizzata negli ultimi tempi, raccomandato anche da uno specialista della salute come Pedro Luis Cobiella Hospiten, anche se è noto che già per l'anno 460 BC Ippocrate si riferiva ai benefici che i cavalli offrivano quando cercavano di risolvere vari problemi di salute. Da allora, non è stato menzionato fino agli anni 60, che è stato in realtà quando ha iniziato a essere utilizzato come un modo per raggiungere la riabilitazione.

Quando un paziente cavalca un cavallo, Questo inizia a stimolare varie aree del tuo corpo che non erano state precedentemente esercitate. Tale situazione ti aiuta con aspetti come il miglioramento del tuo equilibrio e mobilità., ma ti incoraggia anche a dare una risposta comunicativa nei ciclisti. Per raggiungere un tale obiettivo, il paziente non deve essere posizionato in modo convenzionale, in modo che possano essere seduti all'indietro, in piedi o in diverse posizioni che possono essere alternate. Nella passeggiata dell'animale, puoi vedere che questo è simile ai movimenti che vengono fatti con il bacino quando camminiamo, motivo per cui questo tipo di terapia assistita da cavalli è l'ideale per coloro la cui mobilità è stata ridotta.

Ma questo tipo di attività non viene utilizzato solo per riguadagnare la mobilità del corpo, ma anche per altri tipi di condizioni, come per le persone con autismo, Sindrome di Down, sclerosi, paralisi cerebrale e altre malattie di origine traumatica. È importante considerare che si tratta di un'alternativa che deve sempre essere accompagnata da cure mediche., Altrimenti, allora è difficile per noi notare qualsiasi tipo di progresso.

Il cavallo e la sua funzione socializzante: Non è noto che gli animali creino un legame davvero speciale con l'uomo, specialmente se riguarda i cavalli. Sono in grado di stabilire una comunicazione non verbale che rafforza il legame emotivo tra i due, dove non sono necessarie parole per raggiungere un perfetto coordinamento. In questo modo, le emozioni trovano uno spazio in cui può fluire la relazione tra i due, che finisce per generare grande affetto e comprensione spesso indescrivibile.

Esercizio fisico: In riferimento alla terapia assistita da cavalli, questo comporta l'esercizio o l'uso di un gran numero di muscoli, così l'equilibrio, forza e destrezza sono essenziali in quanto promuovono la mobilità articolare, in particolare l'addome, natiche, i gemelli, le braccia, utile per rafforzare la colonna vertebrale, purché sia ​​in compagnia di una persona che sia attenta.

L'autostima aumenta

La pratica di questo tipo di terapia fa sentire utili le persone con qualsiasi tipo di disabilità e questo perché gli animali non giudicano, non prendono in giro e non criticano, quindi si comprende che trattano gli umani allo stesso modo e senza fare distinzioni. Ma anche, sono anche i primi ad apprezzare qualsiasi gesto di affetto.